Il lavoro nobilita l’uomo?

La piramide del Louvre ed il magnifico gioco di luci.

Circa un anno fa rassegnai le dimissioni. Avevo ricevuto un’offerta estremamente interessante da una multinazionale leader nel settore dell’autoveicolo. I criteri che mi spinsero a cambiare furono sostanzialmente tre: l’adesione al progetto Aziendale (non mi riconoscevo più nel modello scelto dalla precedente azienda), il gruppo di lavoro (si erano venute a creare delle frizioni e degli stress inutili nel precedente comitato direttivo) ed ultimo ma non meno importante l’aspetto economico (non essendo uno sceicco, devo lavorare per vivere).

Mai scelta fu più appropriata. Certo cambiare lavoro a cinquant’anni mi creò un po’ di stress: uscire dalla zona di comfort, cambiare città, dover conquistare la fiducia dei collaboratori, costruire un nuovo ruolo erano certamente aspetti di non poco conto ma la mia inguaribile curiosità ed ottimismo mi aiutarono e feci la scelta con consapevolezza e serenità.

Nel mio percorso professionale ho cambiato molte aziende, ho avuto modo di esperire parecchio e di confrontarmi con tantissime persone. Nel bene o nel male sono stati tutti momenti di crescita professionale (anche quelli negativi: si impara cosa “non fare” anche da un capo incapace) e personale: ho avuto modo di imparare da tutti e di poter scrivere tante belle pagine.

Non so se il mio percorso si possa definire una carriera sfolgorante, ma il punto non è questo. Ho sempre voluto fare bene il ruolo che mi veniva affidato, con impegno, serietà e dedizione. Rispettando i colleghi, i collaboratori oppure i partner. E soprattutto sono sempre stato me stesso, con i miei limiti e le mie passioni. Sono un ottimista dunque non avrebbe senso non esserlo sul lavoro.

Ho avuto soprattutto la grandissima fortuna di gestire progetti che mi divertissero, non lo dico a caso ma con cognizione di causa.

Ho ancora presente l’emozione quando dieci minuti prima dell’inaugurazione di un evento organizzato per Eni al Louvre – un cocktail dinatoire a favore di un’esposizione d’arte – osservai i primi ospiti, fra cui tante personalità del mondo politico e dello spettacolo, la piramide e l’edificio del Louvre interamente dipinti dal colore giallo delle luci, e mi commossi: tutto quello era anche opera mia e di circa una sessantina di persone che avevano collaborato con me a quel progetto.

Alla mia sinistra Annalisa Messa e Patrizia Bonzio due formidabili donne che hanno creduto in me

Ma soprattutto il mio percorso professionale è stato pregno di incontri: persone ricche umanamente e culturalmente. Ho interloquito con operai, impiegati, imprenditori, segretarie, assistenti, manager, amministratori delegati, ed anche panettieri. Donne e uomini che mi hanno dato tanto, soprattutto motivi per crescere ed evolvere.

Credo quindi di poter affermare che il lavoro, se costruito con gli altri per dare vita ad un bel progetto, nobiliti certamente l’uomo.

Ed anche questo è una magnifica bellezza!

Pubblicato da Maurizio Bramezza

Blogger & Happiness Coach

4 pensieri riguardo “Il lavoro nobilita l’uomo?

  1. Non so se la tua sia stata una carriera sfolgorante, ma la tua vita lo è. Perché tu illumini. Porti luce. L’hai portata a me, alle mie classi, alla mia vita.. Illuminando ogni mio dubbio col tuo disarmante sorriso. Grazie

    Piace a 1 persona

  2. Grande Maurizio !!! Concordo appieno …la passione e i desideri sono ciò che ci rende vivi e sostiene la scintilla creativa Per una curiosità instancabile….che genere Senso in ogni nostra azione. Bravo bravo Luciano

    "Mi piace"

Rispondi a Luciano Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: